Chi Sono

La curiosità mi caratterizza da sempre quindi comprendo la tua voglia di sapere chi c’è dietro Creativamente Veg.

Sono Ramona.
Potrei aggiungere una lunga serie di etichette e dati anagrafici ma sei sicuro di volermi conoscere così?
Ti suggerisco solo qualche ingrediente ma la ricetta dovrai scoprirla in prima persona.

Sono nata a Palermo, una terra avvolta dal sole e con il mare intorno.
Una terra dai colori caldi e intensi, dai sapori decisi ma fragile.
Ti lascio l’immagine di un fiore di cappero che riesce a crescere sulle pareti di tufo.
Immagina ora di mangiare un’insalata di arance tarocco, capperi, olive, cipolle rosse.
Quello per me è il sapore della mia Sicilia.

Genova è la città in cui vivo da oltre un decennio, qua sono diventata Donna e Madre.
Un lembo di terra fra il mare e le montagne.
Una terra difficile, ricca di sfide ma intensa come quella dove sono nata.
Una terra di gente operosa che sa rialzarsi più forte ad ogni caduta.
Ti lascio l’immagine del mare in tempesta che si infrange contro gli scogli e le casette caoticamente disposte a ridosso della riva, un bouquet di colori vivaci.
Immagina  ora di mangiare delle troffiette (sì, è la giusta dizione, ne parleremo!) preparate a mano e condite con del pesto dal verde intenso e profumato del basilico, i pinoli e una manciata di patate e fagiolini.
Questo per me è il sapore della mia Liguria.

Scrivo per lavoro e leggo per passione.
Cucino, cammino, cucio, recito, ricamo, riciclo, reinvento, creo…
Creare è la mia parola chiave insieme a sorridere.
Vorrei fare molte più cose di quelle che il tempo mi permette di fare e mi perdo spesso.
Mi perdo negli sguardi, nelle parole e nelle emozioni.

La cosa migliore fatta in questa vita? Mia figlia, la mia pulce.

Perché vegan?
Il mio percorso è stato lento, graduale e con cadute.
Lisa Simpson fu la prima a farmi collegare emotivamente la fettina agli animali.
Per qualche anno son stata vegetariana da ragazzina ma la scelta non era ancora matura e scelsi di optare per la via più semplice che non comportava “battaglie”.
Un giorno però cambiò tutto.
Ormai adulta ,ero in vacanza a Palermo e portai mia figlia al mercato del pesce.
Immagina un banco di almeno un paio di metri colmo di ogni varietà di pescato.
La mia pulce non aveva ancora due anni. Chiese tutti i nomi mentre indicava col ditino e il pescivendolo mi aiutava a risponderle in una sorta di compiacimento e divertimento generale.
Improvvisamente il pianto, un pianto singhiozzante e poche parole strozzate in gola: “Mamma ma sono tutti morti! Non nuotano più!” nella sua semplicità di bimba ci ha mostrato una realtà a cui un adulto onnivoro non bada.
“Come tornano dalle loro mamme?”.
Un fremito dentro mi scosse profondamente e capii.

La lezione più importante della mia vita è arrivata da mia figlia: il rispetto verso ogni forma di vita.

Quel giorno non comprai più il pesce ed iniziai con lei un nuovo percorso.
Fu una sfida ricca di passi incerti per fortuna supportati da pediatra, nutrizionisti, auxologi, SSNV.
Tutto questo cambiamento mi portò ad indagare la chimica dietro i piatti e reinventarmi in cucina.
Se la maioveg “monta” è perché il freddo permette alle molecole di lecitina di soia di rompersi ma se ci sono zuccheri aggiunti la “magia” non accade.
Per ottenere una torta soffice quel che conta è bilanciare parte secca e parte grassa, i liquidi e usare un agente lievitante… E così via.
Non più solo ingredienti ma parti di un qualcosa da analizzare più e più volte, sperimentare con pazienza e scoprire quanto ci si può divertire.

Cosa aspettarsi da Creativamente Veg?  la semplicità di piatti preparati per prendersi cura, il gioco dei sapori che danzano in accostamenti della tradizione alternati a tentativi bizzarri e supporto.
Sono tutor da qualche anno, credo nel progetto dell’Arca di EVA & friends e lo porto avanti tutto l’anno nel quotidiano.
Resto a tua disposizione per consigli, dubbi e qualche parola.

3 risposte a “Chi Sono”

I commenti sono chiusi.